«

»

Fondo perduto per investimenti in strutture socio sanitarie

finanziamenti puglia socio sanitarioCon la pubblicazione del nuovo bando sulle strutture socio sanitarie è possibile finanziare a fino al 80% dell’investimento ammesso a finanziamento per azioni di ammodernamento, completamento e realizzazione di nuove strutture.

Sono state stanziate risorse finanziarie che ammontano alla somma di Euro 34.070.000 per la realizzazione di interventi strutturali in ambito sociale, sociosanitario e educativo che completano, ammodernano o realizzano nuove strutture. 

In particolare saranno oggetto di finanziamento le imprese operative da almeno tre anni nei seguenti ambiti:

  • Strutture di assistenza infermieristica residenziale per anziani;
  • Strutture di assistenza residenziale per persone affette da ritardi mentali;
  • Strutture di assistenza residenziale per anziani e disabili;
  • Altre strutture di assistenza sociale residenziale;
  • Assistenza sociale non residenziale per anziani e disabili
  • di asili nido e assistenza diurna per minori disabili;
  • Altre attività di assistenza sociale non residenziale nca.

I soggetti beneficiari del bando potranno scegliere la forma di incentivazione e quindi aver diritto fino a Euro 200.000 a fondo perduto  e fino ad un massimo del 80% del totale investimento oppure fino al 45% a fondo perduto del totale investimento, e per la somma massima di  €.3.000.000.

Sono ammissibili gli investimenti in immobilizzazioni immateriali ed materiali, in particolare le seguenti voci di spese:

  • Spese generali;
  • Acquisizione del suolo e sue sistemazioni (nel limite del 10% dell’importo degli investimenti in attività materiali);
  • Opere murarie o assimilate;
  • Impiantistica generale e infrastrutture specifiche atte a migliorare la funzionalità e fruibilità della struttura.
  • Acquisto macchinari, impianti e attrezzature per il potenziamento della diagnostica strumentale;
  • Mobili e arredi (nel limite del 20% dell’importo degli investimenti in attivi materiali);
  • Mezzi mobili targati ad uso collettivo strettamente connesso alla organizzazione del servizio, ovvero alla funzionalità ed accessibilità della struttura oggetto di agevolazione;
  • Spese per il conseguimento delle certificazioni di qualità delle strutture in oggetto dell’intervento;
  • Acquisto di brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate riguardanti l’attività svolta nell’unità produttiva interessata al programma;
  • Sevizi di consulenza specialistica su specifiche problematiche direttamente afferenti il progetto di investimento presentato.

Se vuoi approfondire la fattibilità del tuo progetto d’impresa e verificare la possibilità di ottenere i , potrai compilare la seguente scheda di valutazione degli investimenti al seguente link: