↑ Torna a Imprese Operative

Credito d’imposta R&S

BENEFICIARI 
Tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano nonché dal regime contabile adottato, che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo a decorrere dai periodi di imposta che vanno dall’anno 2015 fino al 31 dicembre 2019.

INIZIATIVE AGEVOLABILI
Sono agevolabili le iniziative per:

  • Lavori sperimentali o teorici svolti, aventi quale principale finalità l’acquisizione di nuove conoscenze.
  • Ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permetterne un miglioramento degli stessi;
  • Acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati;
  • Studi di fattibilità, purché non siano destinati ad uso commerciale;
  • Realizzazione di prototipi utilizzabili per scopi commerciali e di progetti pilota destinati a esperimenti tecnologici o commerciali;
  • Produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi, a condizione che non siano impiegati o trasformati in vista di applicazioni industriali o per finalità commerciali.

SCADENZA
Agevolazione fiscale valida per il quinquennio 2015 – 2019 per le imprese che investono in attività di ricerca e sviluppo

ENTITÀ’ DEL FINANZIAMENTO
Il credito d’imposta spetterà fino ad un importo massimo annuale di €.5.000.000 a condizione che la spesa annua per investimenti in R&S ammonti ad un minimo di €.30.000 e superi la media della spesa di R&S di competenza dei tre esercizi precedenti.

Il credito d’imposta deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel corso del quale sono stati sostenuti i costi.

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili le spese di competenza del periodo d’imposta di riferimento direttamente connessi allo svolgimento delle attività di ricerca e sviluppo per:

  • Il personale altamente qualificato in possesso di un titolo di dottore di ricerca ovvero iscritto ad un ciclo i dottorato presso un’università italiana o estera ovvero in possesso di una laurea magistrale in discipline di ambito tecnico o scientifico (vedi classificazione UNESCO Isced) che sia dipendente dell’impresa impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo ovvero in rapporto di collaborazione con l’impresa a condizione che svolga la propria attività presso le strutture della medesima impresa;
  • Le quote di ammortamento delle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio in relazione alla misura e al periodo di utilizzo per l’attività do ricerca e sviluppo e comunque con un costo unitario non inferiore ad euro 2.000 al netto Iva;
  • I contratti di ricerca stipulati con università, enti di ricerca e organismi equiparati, e con altre imprese (start-up innovative incluse) non collegate direttamente o indirettamente all’impresa beneficiaria del credito;
  • Le competenze tecniche e privative industriali relative a un’invenzione industriale o biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale, anche acquisite da fonti esterne

Per maggiori informazioni CLICCA QUI